Blog

Un po’ di orgoglio nazionale, suvvia

giovedì 13 aprile 2017

Ormai da qualche tempo sta prendendo piede tra le aziende italiane il vezzo di distribuire ai giornalisti di settore comunicati in lingua inglese. Poco male, direte voi, è la lingua del mondo ed un giornalista - specie del nostro settore - non può non conoscerla.
Il problema è che talvolta vengono distribuite versioni tradotte in diverse linque - l’ultima addirittura in cinque, tra cui lo spagnolo - ma non quella originale in Italiano.

Il che mi fa supporre che non si tratti più di praticità, ma di una sorta di snobismo culturale che rasenta l’esterofilia. È vero che ormai molti dei costruttori nazionali lavorano quasi esclusivamente con l’estero, ma il rispetto delle proprie radici culturali e un pizzico di orgoglio nazionale non farebbero male.

Da notare che i grandi big della chimica e gli stessi costruttori di macchine di origine teutonica (per non parlare dei francesi) non fanno mai mancare nelle cartelle stampa una versione in tedesco, e non certo perché i nostri colleghi d’oltralpe siano a digiuno della lingua d’Albione.

di: Carlo Latorre
"Gli articoli in questa sezione non sono opera della redazione ma esprimono le opinioni degli autori"
Numero di letture: 7676
DALLO STESSO AUTORE
avatar

Filastrocca plastic-free

Testo di Mimmo Mòllica

di: Carlo Latorre

avatar

Non solo plastic free, ci sono anche Comuni plastic sì

Il sindaco di Pontecurone: “La soluzione non è eliminare tutta la plastica ma usarla in modo consapevole, vogliamo essere un comune incivil free”.

di: Carlo Latorre

avatar

Il supermercato plastic-free c’era già 10 anni fa

Riprendiamo un video pubblicato qualche anno fa Elipso per mostrare l'importanza dell'imballaggio per l'igiene e la salubrità.

di: Carlo Latorre

avatar

Plastic free, ma con sacrificio...

La storia del cetriolo spagnolo insegna che per fare a meno della plastica bisogna saper rinunciare alla comodità di trovare tutto ciò che si desidera nel supermercato sotto casa.

di: Carlo Latorre

avatar

Plastic free: tra il dire e il fare...

Si può organizzare un maxievento 'plastic free' senza plastica? Sembra proprio di no...

di: Carlo Latorre

avatar

Senza recupero energetico il riciclo non va avanti

Alcune considerazioni a margine delle recenti polemiche sulla necessità di costruire impianti di termovalorizzazione nel nostro paese.

di: Carlo Latorre

avatar

Sì al riciclato per legge, ma…

Prima di imporre quantità minime di riciclato nella produzione di nuovi imballaggi bisognerebbe valutare se esistono infrastrutture adeguate per garantire igiene e sicurezza alimentare.

di: Carlo Latorre