Blog

I vegani si ribellano alle sterline di plastica

giovedì 1 dicembre 2016

Sul tema ha dovuto prendere posizione anche la Banca d’Inghilterra, chiarendo che l’argomento viene preso dai vertici dell'Istituto molto seriamente. Non si tratta della Brexit o di uno scandalo finanziario, ma della rivolta dei vegani contro le nuove banconote in plastica da 5 sterline, introdotte a settembre in tutto il Regno Unito.

A fare arrabbiare i vegani - che rifiutano l’uso di prodotti animali e loro derivati - è la presenza nelle nuove banconote di tracce di sego, grasso animale presente negli additivi aggiunti in piccole quantità alle plastiche per agevolare i processi di estrusione film, come stabilizzanti, scivolanti, agenti antistatici e altri coadiuvanti di processo.

La rogna è stata prontamente girata ad Innovia, produttore dei substrati delle banconote, che si è già messo alla ricerca di una soluzione rispettosa anche per l’ala ultras dei vegetariani, che contro i nuovi tagli da 5 sterline è già riuscita a raccogliere oltre centomila firme.

La protesta rischia anche di diventare un caso religioso, dopo che indù, sikh e giainisti - i cui esponenti sono numerosi nel Regno Unito - hanno minacciato di vietare l’introduzione delle banconote “impure” nei templi.

di: Carlo Latorre
"Gli articoli in questa sezione non sono opera della redazione ma esprimono le opinioni degli autori"
Numero di letture: 3497
DALLO STESSO AUTORE
avatar

Filastrocca plastic-free

Testo di Mimmo Mòllica

di: Carlo Latorre

avatar

Non solo plastic free, ci sono anche Comuni plastic sì

Il sindaco di Pontecurone: “La soluzione non è eliminare tutta la plastica ma usarla in modo consapevole, vogliamo essere un comune incivil free”.

di: Carlo Latorre

avatar

Il supermercato plastic-free c’era già 10 anni fa

Riprendiamo un video pubblicato qualche anno fa Elipso per mostrare l'importanza dell'imballaggio per l'igiene e la salubrità.

di: Carlo Latorre

avatar

Plastic free, ma con sacrificio...

La storia del cetriolo spagnolo insegna che per fare a meno della plastica bisogna saper rinunciare alla comodità di trovare tutto ciò che si desidera nel supermercato sotto casa.

di: Carlo Latorre

avatar

Plastic free: tra il dire e il fare...

Si può organizzare un maxievento 'plastic free' senza plastica? Sembra proprio di no...

di: Carlo Latorre

avatar

Senza recupero energetico il riciclo non va avanti

Alcune considerazioni a margine delle recenti polemiche sulla necessità di costruire impianti di termovalorizzazione nel nostro paese.

di: Carlo Latorre

avatar

Sì al riciclato per legge, ma…

Prima di imporre quantità minime di riciclato nella produzione di nuovi imballaggi bisognerebbe valutare se esistono infrastrutture adeguate per garantire igiene e sicurezza alimentare.

di: Carlo Latorre