Contenuto sponsorizzato

La Serie 30, bestseller di Tria, cresce ancora

Introdotto dall’azienda milanese il nuovo modello BM 7030 per la macinazione di corpi soffiati, con produttività aumentata del 50% rispetto alla macchina di taglia inferiore.

1 ottobre 2017 00:09

TRIA BM7030I granulatori della Serie 30 sono tra le macchine di maggior successo di TRIA, veri e propri bestseller grazie all’affidabilità dimostrata in numerose installazioni nell’industria del soffiaggio delle materie plastiche. Per rispondere alle richieste di una macchina in grado di macinare in linea contenitori fino a 5 litri di capacità, quando le specifiche di fornitura prevedono un picco di produzione allo start up fino a un’ora di produzione, il costruttore milanese ha progettato e introdotto sul mercato il nuovo modello BM 7030. Particolarità della macchina è la superficie di griglia per lo scarico del macinato, ampliata del 50% rispetto al granulatore BM 5030: così, pur mantenendo ingombri contenuti in reparto, la produttività è stata aumentata del 50% nel trattamento di corpi soffiati in PE, PP e PET.

ANALISI FEM. Nello sviluppare il nuovo modello BM 7030, i progettisti sono partiti dal granulatore BM 5030, bestseller di vendite, mantenendone tutte le qualità e gran parte dei componenti, riprogettando invece in modo accurato le parti che dovevano essere modificate per aumentare la produttività. L’intera struttura della macchina è stata verificata nella sua rigidità con un esito positivo. Secondo il metodo FEM, sono stati verificati sforzi e deformazioni di camera di macinazione e rotore, oggetto di nuova progettazione, mentre le fiancate non hanno subito modifiche.

TRIA analisi FEMTRE COPPIE DI LAME. Sul rotore, si è passati da tre lame singole con angolo di taglio a forbice a tre coppie di lame con taglio a freccia, confermando il design modulare di lame e controlame, come pure il quadro elettrico.
Dato che il peso del nuovo modello supera i 1.000 kg, il basamento è stato riprogettato in modo da renderlo pallettizzabile, sia sul fronte che sul retro della macchina, ed è stato dotato di antivibranti a terra. Anche nella nuova macchina BM 7030 c’è la possibilità di adottare il raffreddamento ad acqua per la camera di macinazione, caratteristica esclusiva dei granulatori TRIA molto apprezzata nel soffiaggio in linea per via delle alte temperature dei pezzi da recuperare.

STESSO MOTORE. Confermate anche, rispetto al modello precedente, le predisposizioni per montare il ventilatore a bordo macchina o per il prelievo del macinato con pescante per alimentatore. Per il motore è stata mantenuta una potenza installata di 7,5 kW che, rapportata all’aumento significativo della produttività, testimonia una volta di più l’attenzione prestata dall’azienda all’efficienza energetica delle sue macchine.

MANUTENZIONE E ACCESSIBILITÀ. Rimane la possibilità di avere il granulatore nella versione “autopulente”, cioè eseguita secondo specifiche progettuali all’avanguardia: la dotazione di dispositivi fisici appositi e un ciclo di pulizia automatica gestito tramite PLC della durata di 5 minuti consentono di arrivare all’obbiettivo di “zero” residui di macinato nella tramoggia, nella camera di macinazione e nell’imbuto, per una veloce ripartenza delle macchine. L’ingresso della camera di macinazione del granulatore BM 7030 misura 290x697mm e l’altezza di carico rimane la stessa del modello di taglia inferiore, a 1.390mm, per una comoda alimentazione sia manuale sia tramite nastro trasportatore.
Le porte di accesso alle parti interne della macchina sono state allargate a 700 mm per agevolare gli interventi di manutenzione, che non richiedono l’utilizzo di utensili specifici.
Come il modello precedente, il modello BM 7030 può facilmente essere integrata con ausiliari per il recupero di scarti soffiati quali sistemi di depolverazione, nastri trasportatori, contenitori e metal detector.

PROSSIMO PASSO L’ESTRUSIONE. Riprogettata la camera di macinazione per i granulatori dedicati al recupero di pezzi e scarti soffiati, il prossimo e imminente sviluppo del centro R&D Tria sarà quello di metter mano alla versione XT, così da poter offrire le stese elevate prestazioni anche nel campo dell’estrusione.

Con il contributo di:
TRIA S.p.A.
Via E. Fermi, 8 - 20093 Cologno Monzese (MI)
Tel. +39 02 273451 - info@triaplastics.com
www.triaplastics.com

© Polimerica -  Riproduzione riservata

Numero di letture: 1754