In questa sezione: Economia Uomini e Aziende Leggi e norme Lavoro
Contenuto sponsorizzato

BMB alla conquista del medicale

Il costruttore bresciano di presse ad iniezione da vent'anni studia e realizza isole di stampaggio full-electric ottimizzate per lo stampaggio veloce in condizioni sterili. Anche chiavi in mano, come in un recente progetto in fase di completamento.

1 dicembre 2020 00:01

BMB pressa per medicaleIl comparto medicale è da sempre molto vicino alla filosofia delle machine BMB. In funzione delle naturali esigenze della produzione di articoli per il medicale, che sposano perfettamente l’azionamento full electric, il costruttore bresciano opera in questo settore  dai primi anni 2000. Ingresso favorito dalla presenza in Italia - e in particolare in Emilia Romagna - di una importante filiera industriale, che rende il nostro paese uno dei principali produttori di articoli medicali e, al contempo, meta di investimenti da parte di multinazionali del settore.

SISTEMI CHIAVI IN MANO. Presse BMB sono state adottate negli anni per la produzione di filtri per dialisi,  per trasfusioni e, più in generale, per componenti legati al trattamento del sangue. In questi mesi l'azienda sta portando avanti un progetto chiavi in mano per la produzione di siringhe da 3, 5 e 10 ml, con responsabilità - non solo della pressa - ma del raggiungimento dell’obiettivo globale che riguarda qualità ed efficienza dell’intero sistema di produzione.
BMB sta infatti lavorando alla costruzione, partendo da zero, di una realtà produttiva per siringhe destinata a soddisfare la domanda di un Paese dell’Africa subsahariana. Il progetto prevede la fornitura chiavi in mano del reparto produttivo in camera bianca, inclusa alimentazione del granulo ed evacuazione del prodotto finito, pronto per essere assemblato automaticamente.
Negli stabilimenti bresciani del gruppo stanno per giungere 10 stampi multicavità (da 32 a 144 impronte) da fornitori svizzeri e tedeschi, che verranno installati su 10 presse full electric per le prove di stampaggio e accettazione finale. A tale scopo, è stato allestita una nuova show-room con tutte le machine in funzione in condizioni di lay out paragonabili alla realtà che si andrà a delineare successivamente in Africa.

BMB showroomALLESTITE PER IL MEDICALE. L'ordine riguarda 10 presse ad iniezione con azionamento completamente elettrico mediante motori diretti e viti a ricircolazione di rulli satellite,  chiusura a ginocchiera con forza di 160, 200 e 350 tonnellate. "Le prestazioni delle full electric BMB consentiranno al cliente di aumentare la produttività in funzione della riduzione dei tempi di ciclo e della grande affidabilità del prodotto con valori di MTBF bassissimi", spiega l'azienda.
Il parallelismo tra i piani e la spinta centrale della ginocchiera giocano un ruolo fondamentale per garantire il corretto funzionamento degli stampi, riducendone anche gli interventi di manutenzione. "Facciamo notare che stiamo parlando di blocchi d’acciaio lavorato finemente del peso di oltre 2.500 kg, con movimenti interni,  circuiti elettrici ed idraulici molto sofisticati, che fanno di questi stampi dei veri e propri gioielli di alta tecnologia”, sottolinea BMB. 
Le presse non presentano accorgimenti particolari rispetto allo standard della serie “full electric”, a parte i piani guidati su importanti guide prismatiche con pattini a ricircolo di sfere e lubrificazione automatica con liquido “food-grade". In questo modo,  le colonne - non più organi di guida dei piani - sono esenti da lubrificazione in ottemperanza alle richieste delle applicazioni nel medicale. Analogamente, le parti stampate non entrano mai a contatto con oli, parti verniciate o in alluminio e dallo stampo vengono convogliate direttamente al sistema di trasporto (down-stream), progettato con gli accorgimenti necessari per operare in camera bianca 100.000.

ALIMENTAZIONE E FINE LINEA. La materia prima parte dal magazzino e gunge al reparto di stampaggio attraverso condotte in acciaio inox che scendono in camera bianca verticalmente in posizioni definite e a passo costante, adiacenti ad ognuna delle 10 presse, insieme a tutte le altre utenze necessarie alla produzione. L'approccio è Industria 4.0, con le presse che possono comunicare tra loro, con le attrezzature ausiliare connesse, con il server centrale e con il mondo esterno, incluso il servizio di teleassistenza BMB.
Una volta completato il ciclo, un sistema di nastri trasportatori a cascata agevola l’evacuazione dei pezzi in una seconda camera bianca di stazionamento temporaneo, con identificazione ed eliminazione automatica delle stampate non idonee, di avvio produzione e di richiesta per controllo qualità a campione. Gli stampi possono essere dotati da 32 a 144 cavità, in funzione del componente e della sua dimensione, mentre i gruppi iniezione spaziano da 480 a 1300 euromap, con massima capacità di iniezione da 143 a 383 g di PP.
I componenti finali richiedono, talvolta, lo stampaggio di parti di ridotte dimensione con pareti molto sottili e, per questo motivo, la pressione specifica per centimetro quadrato non scende mai al di sotto dei 2.000 kg. Grazie al controllo CNC, di cui sono dotate le presse elettriche BMB, è sempre possibile controllare passo passo tutto il processo produttivo, assicurando peso costante e standard qualitativi al prodotto di ogni singola cavità. I cicli di stampaggio vanno dai 5 agli 8 s a seconda del componente.

BMB fabbricaSERVIZIO COMPLETO. "Grazie all’esperienza e agli investimenti anche a livello di nuovo personale tecnico sempre più qualificato, siamo oggi in grado di proporci come partner ideale per soluzioni 'turn-key' in qualsiasi parte del mondo - afferma BMB -. In questa particolare occasione abbiamo accettato la sfida, ormai in dirittura d’arrivo con risultati che intravediamo davvero oltre le aspettative, per poter garantire al cliente la necessaria 'customer sactisfation', che non poteva limitarsi alla sola qualità pressa, bensì doveva arrivare al prodotto finito, che vede inevitabilmente coinvolto un processo più complesso di responsabilità". "In questi progetti  - conclude l'azienda bresciana - è fondamentale costituire un team di fornitori esperti con cui portare avanti il lavoro secondo rigidi schemi definiti insieme sin dalla fase iniziale; la stretta collaborazione di BMB con i propri partners è basata sulla fiducia reciproca e sulla comune innata  predisposizione all’innovazione. Questo per noi significa esportare Made in Italy”.

Con il contributo di:
BMB
Via Enrico Roselli, 12
25125 Brescia – Italy
Tel: +39 030.26.89.811
Fax: +39 030.26.89.880
www.bmb-spa.com
bmb@bmb-spa.com

© Polimerica -  Riproduzione riservata

Numero di letture: 4066