In questa sezione: Poliolefine PVC PS ABS SAN EPS PET Poliammidi Tecnopolimeri Gomme Compositi Bioplastiche Altre specialità Prezzi
Contenuto sponsorizzato

Poliammidi con una marcia in più

Il gruppo tedesco Lehvoss propone un’ampia gamma di additivi a marchio Luvobatch per la modifica delle proprietà delle poliammidi al fine di migliorarne le prestazioni o rendere più efficienti i processi di trasformazione.

1 settembre 2020 08:14

LehvossLo sviluppo che negli ultimi anni ha interessato il mondo delle poliammidi nelle applicazioni elettriche, prevalentemente, elettroniche ed automotive, per poi coinvolgere anche altri settori come il mondo dell’imballaggio alimentare, ha suscitato l’interesse di LEHVOSS Group gestito dalla Lehmann&Voss CO. di Amburgo.

Il gruppo, con la sua divisione Additives & Concentrates, ha risposto sviluppando diverse tipologie di additivi: dai coadiuvanti di processo Luvobatch PA PPA 9659 agli antiblock Luvobatch PA AB 5381 e PA 9886 B (6% di SiO2 + 2% di additivo scivolante), che forniscono un ottima trasparenza e non sono altamente caricati; o, ancora, gli stabilizzanti termici/antiossidanti come i Luvobatch PA HS 9611 e PA AO 0043 (standard per prodotti trasparenti) in grado di aumentare in modo significativo la stabilità della temperatura di esercizio. Per non dimenticare Luvobatch PA AO 9551, elaborazione migliorata degli additivi indicati. Per fare un esempio, aggiungendo il 5% di stabilizzante PA AO 0043 si può ottenere resistenza all'invecchiamento termico per 240 ore a 175 °C oppure per 3.000 ore a 150 °C, con una ritenzione meccanica superiore al 70% dopo l'invecchiamento a caldo.

La gamma di additivi formulati da Lehvoss comprende anche ritardanti di fiamma non alogenati come Luvobatch PA FR 0014 e PA FR 0266, in poliammide 6 nel primo caso e in PA 12 nel secondo secondo, entrambi con classe di infiammabilità UL 94 V0, particolarmente indicati per stampaggio ad iniezione ed estrusione.
Luvobatch PA NUK 9642-00, invece, nella linea di agenti nucleanti ha ottenuto l’approvazione FDA.

L’offerta continua nel mondo delle poliammidi con i sistemi scivolanti migranti e non, come nel caso dei gradi Luvobatch PA SA 5388 e PA SA 5232 con EBS al 10%. Entrambi su base poliammide 6, e particolarmente adatti per estrusione di BOPA (poliammide biorientata), cast film e stampaggio ad iniezione. EverGlide MB 1950 si rivela invece un ottimo sistema non migrante di polisilossani che in percentuali di dosaggio ridotte, ed imitando la matrice siliconica, consente di ottenere vantaggi sia nel processo produttivo, che sul materiale stesso, come COF basso e costante, lubrificazione, resistenza ai graffi, superiore resistenza all’abrasione, migliore qualità superficiale e stampabilità, dove richiesta.

Nell’ambito di questa famiglia di materiali non possiamo tralasciare i prodotti Flexil o EverGlide Elite, che come scopo hanno quello di fornire flessibilità al materiale, rendendolo più malleabile e migliorando al contempo la resistenza agli urti.

Con il contributo di:

LEHVOSS Italia SRL
Viale Italia 2 - 21040 Origgio (VA)
Tel. 02 96 44 64 11
info@lehvoss.it
www.lehvoss.it

Numero di letture: 759