In questa sezione: Economia Uomini e Aziende Leggi e norme Lavoro
Contenuto sponsorizzato

Approccio integrato per analisi e R&D nelle materie plastiche

RDLAB137, nuova società nel panorama dell’analisi dei materiali, che concentra al suo interno oltre 25 anni di esperienze nella caratterizzazione di materiali a base polimerica.

1 aprile 2017 00:02

RDLAB137Formazione, caratterizzazione di materiali, ricerca e sviluppo per l’industria delle materie plastiche: sono questi gli ingredienti di RDLAB137, società milanese che pur essendo di recente fondazione, concentra al suo interno oltre 25 anni di esperienza maturata nel seguire le aziende nei processi di analisi e messa a punto di nuovi materiali polimerici.

LABORATORIO. Il laboratorio di RDLAB137 propone soluzioni innovative per l’analisi dei materiali, con percorsi specifici per ogni singolo polimero, che partono dalla valutazione della richiesta o del problema e arrivano a fornire non solo una misura precisa e accurata, ma anche una risposta solida e risolutiva.
“Misurare è importante, ma bisogna farlo bene, considerando le variabili, l’accuratezza del metodo e la precisione della strumentazione - afferma Maurizio Veronelli di RDLAB137 -. Le normative internazionali forniscono la base, ma devono essere considerate sempre in maniera critica”.

RDLAB137CARATTERIZZARE MATERIALI COMPLESSI. Le materie plastiche oltretutto evolvono quotidianamente: dal polimero ottenuto con sintesi tradizionale, si è passati a polimerizzazioni sempre più controllate e finalizzate. La stessa definizione di uno specifico polimero indica ormai solo una classe, all’interno della quale si possono trovare materiali con caratteristiche e finalità completamente diverse tra loro. Le variabili sono numerose: costituzione, configurazione, conformazione, branching, crosslinking fisico e chimico, difetti o drogaggi funzionali, solo per parlare della macromolecola; cui si aggiungono additivi di polimerizzazione e di processo non sempre conosciuti.
"Se al polimero di partenza si aggiungono gli additivi funzionali e le modificazioni introdotti durante la sua lavorazione, capiamo bene che quando abbiamo in mano un ‘pezzo di plastica’ da caratterizzare dobbiamo poter agire in maniera specifica".

RDLAB137LO STRUMENTO NON BASTA. “La singola strumentazione spesso fornisce risultati sterili o inutili, a volte addirittura dannosi, se la misura non è considerata come parte di una risposta più ampia - continua Veronelli -. Per questa ragione, RDLAB137 ha messo a punto ‘Protocolli di caratterizzazione’ specifici per i materiali a base polimerica che comprendono:

  • analisi della richiesta o del problema
  • misurazioni precise e accurate
  • esperienza applicativa di settore
  • confronto con il cliente
  • collaborazioni con numerosi enti di ricerca accademici e privati.

Questo approccio evoluto consente di dare risposte a singoli problemi di analisi e ad esigenze di controllo qualità o misura ripetute nel tempo, rivolti sia a progetti di sviluppo tecnico specifici (‘progettazione semplice’), sia a progetti R&D per l’innovazione dei materiali e dei processi (‘progettazione complessa’).

FORMAZIONE. Alle attività di laboratorio, la società affianca anche un programma di corsi di formazione e aggiornamento per ricercatori e tecnici di laboratorio che vogliono approfondire le tematiche inerenti il mondo delle materie plastiche e le relative tecniche di analisi, aggiornandosi alle strumentazioni più moderne.
I corsi vengono organizzati sia presso la sede milanese di RDLAB137, sia presso le aziende, al fine di rendere maggiormente efficace e mirata la formazione del personale tecnico (CALENDARIO CORSI).

Con il contributo di
RDLab137 srl
Via Solari 32
20144, Milano
Tel. 02.36.52.29.62
info@rdlab137.it
www.rdlab137.it

© Polimerica -  Riproduzione riservata

Numero di letture: 1160